Cenni storici su Chianni

Il territorio di Chianni conserva delle antiche vestigia etrusche e romane ancora visibili.

Il borgo è sorto in epoca medievale, intorno a quella che adesso è la Chiesa di San Donato, sede della parrocchia.

Nel 1186 l'imperatore Arrigo VI assegnò il borgo di Chianni al vescovo di Volterra Ildebrando de' Pannocchieschi, ma nel 1193 Chianni fu assegnata alla Repubblica di Pisa.

Nel 1288 gli abitanti di Chianni giurarono fedeltà a Lapo di Rosso de' Rossi, vicario del vescovo di Volterra, ma nello stesso anno il borgo fu riconquistato dai pisani comandati da Guido di Montefeltro.

Nel 1325 Chianni si ribellò a Pisa e a metà del secolo l'imperatore Carlo IV confermava nuovamente il dominio di Volterra sul paese.

Il 6 marzo 1406 Chianni, insieme a Rivalto, furonno sottomesse alla Repubblica di Firenze.

Nel 1629 fu eretto in feudo dal Granduca Ferdinando II de' Medici che lo assegnò con il titolo di Marchesato, insieme al territorio di Montevaso, alla nobile famiglia fiorentina Riccardi, a quest'ultima fu assegnato anche il territorio di Rivalto (anch'egli elevato a Marchesato).

Nel 1776 Chianni passò sotto il controllo della Podesteria di Rosignano e della Cancelleria di Lari.

Il podestà di Chianni fu soppresso nel 1838 e la sua giurisdizione fu unita a quella del Vicario di Lari.

Il comune di Chianni conta nel suo territorio una sola frazione, quella di Rivalto. Altre località rilevanti sono quelle di Aiola, Canapaia, Cimpoli, Diaccione, Garetto, I Gulfi, Il Poggiarello, La Cascina, Le Croci, La Fornace, La Pescaia, La Pieve, Miemo, Meletro, Ricandoli.

(fonte enciclopedia Wikipedia)


IMMAGINI DI CHIANNI