"La grazia è discesa dal cielo" una Suor Angelica da ricordare

09.12.2021

Veramente una Suor Angelica da ricordare quella andata in scena domenica 5 dicembre scorso al Piccolo Teatro di Chianni, in due turni, il primo alle 18 (che ha visto il teatro praticamente esaurito) e il secondo alle 21,15, preceduta in entrambe le rappresentazioni dalla stupenda elegìa per archi "Crisantemi" dedicata alle vittime causate dal Covid-19.

Senza dubbio Elena Memoli ha saputo donare a tutti i presenti delle grandi emozioni; interprete raffinata, dotata di grande sensibilità, ha condotto per mano il pubblico tra le righe del grande capolavoro pucciniano con padronanza tecnica e passione. Lo stesso si può dire anche per Susanna Salustri, una Zia Principessa ieratica, centrata nel personaggio e negli accenti, grazie a una vocalità importante, spiegata, capace di fare da ottimo contraltare alla soavità espressa dalla Memoli. Particolarmente apprezzate dal pubblico anche le ottime interpretazioni di Arianna Rondina come Suor Genovieffa e di Ughetta Bertini nel doppio ruolo plenipotenziario di Maestra delle Novizie e di Badessa. Hanno completato il cast in modo eccellente un insieme di artiste veramente di grande pregio, ognuna nel proprio ruolo, con grande espressività, ha saputo infondere dinamismo scenico e qualità al canto, specie negli insiemi della prima parte dell'opera, e nel coro angelico finale. Veramente grande emozione ha suscitato la scena dell'avvelenamento e la successiva apparizione del figlio di Suor Angelica, interpretato ottimamente da Antonio Leone Bellandi.

L'ottima orchestra formata per l'occasione dal M° Centorbi è stata diretta con precisione e dovizia dal bravo M° Antonio Bellandi, che ha saputo specificare, con tempi affettuosi e nobili, le pagine anche più aspre del capolavoro pucciniano, e gli astanti hanno potuto calarsi in una nuvola di suono che si è proposta gradevolmente, specie in platea, dove in alcuni momenti, hanno cantato anche le suore, specie nell'ultima scena dell'opera. 

Un successo meritato per tutti e in particolare per il regista M° Giancarlo Ceccarini, direttore artistico del Festival, coadiuvato dal figlio Alessandro aiuto regista della produzione.

I personaggi e gli interpreti sono stati: Suor Angelica - Elena Memoli, La Zia Principessa - Susanna Salustri, Suora Zelatrice - Elena Pratelli, Suor Genovieffa - Arianna Rondina, Suor Osmina / 1^ Cercatrice - Ilaria Iris Facoetti, Suor Dolcina / 2^ Cercatrice - Francesca Pagni, Suor Infermiera / 1^ Conversa - Elisabetta Lombardo, Badessa / Maestra delle Novizie - Ughetta Bertini, 2^ Conversa / 2^ Cercatrice - Adina Vilichi, 1^ Novizia - Mariachiara Vigoriti, Suor Lucilla - Michela Marchetti. Direttore d'orchestra - M° Antonio Bellandi. Orchestra del Chianni Opera Festival. Regia di Giancarlo Ceccarini

Aiuto regista Alessandro Ceccarini, coordinamento e allestimento scenico a cura di Riccardo Fattorini, luci di Maurizio Creati e Nicola Regolini. Maestri collaboratori: Elisa Montipò e Francesco Saviozzi. Sartoria e costumi: Federica Marconi.

Il Festival si avvale del contributo della Fondazione "Peccioli Per l'Arte" in collaborazione con l'amministrazione comunale di Chianni, l'Associazione culturale "Clastrum Clani", la Pro Loco di Chianni, il Gruppo La Soffitta di Pisa, il gruppo teatrale "La Compagnia di Luca". Altre foto dell'evento sono disponibili sui nostri canali social ufficiali su Facebook e su Instagram.

Crea il tuo sito web gratis!